Amor polenta, ricetta del dolce della tradizione culinaria

Amor polenta, a cuore la tradizione

Amor polenta, dolce della tradizione culinaria

Dalla Lombardia al Veneto una soffice golosità

L’Amor polenta è un soffice dolce dal colore ambrato intenso e una spolverata di zucchero a velo che appartiene alla tradizione culinaria lombarda, in particolare quella varesina tanto da essere chiamata anche  “Dolce di Varese” ma molto apprezzato anche in Veneto.
Un giorno mi sono allacciata il grembiule, ho preso uova e farina e ho fatto diventare Amor di polenta una torta ideale per la colazione di una famiglia veronese. E da allora non ho mai smesso di prepararla.
L’ingrediente principale è la farina di mais, un pò insolito per un dolce, se vogliamo, ma che gli conferisce un invitante colore intenso e un sapore gradevole.

Anche se la tradizione vuole che si utilizzi il classico stampo da plumcake con le scalanature che gli danno la tipica forma a strisce, per me Amor polenta si adatta bene anche ad una tortiera dalla forma rotonda oppure uno stampo liscio e poi tagliato a fette. Non fatevi problemi, quindi, se non avete lo stampo adatto: potrete fare benissimo con una semplice tortiera.
Nonostante i pochi ingredienti con cui è fatta, Amor polenta saprà stupirvi per la sua genuinità e il sapore della tradizione culinaria delle cose fatte in casa. Si rivelerà il dolce preferito da tutti da servire in diverse occasioni.
Infatti, si presta alla colazione del mattino come al dessert dopo cena accompagnata da una crema e un buon calice di vino dolce. Oppure, perchè no, a della frutta fresca a fette.

Amor polenta, a cuore la tradizione culinaria

Amor polenta: la mia ricetta

La mia versione di Amor polenta liberamente ispirata alla tradizionale ricetta di Varese ma con una forma diversa, non prevede l’utilizzo del Rum. Devo dire che comunque non fa sentire la sua mancanza ed è buona ugualmente.



Ingredienti:

  • 120g farina tipo 2
  • 100g farina di mais fioretto
  • 80g farina di mandorle
  • 140g burro
  • 140g zucchero
  • 3 uova
  • baccello di vaniglia
  • bustina di lievito per dolci

 

Iniziate mescolando il burro morbido con lo zucchero.
Unite una alla volta le uova sempre mescolando ed infine le farine setacciandole insieme al lievito fino ad avere un composto omogeneo.
Ora unite anche la polpa della bacca di vaniglia. Successivamente incorporate la farina di mandorle.
Rivestite lo stampo del plumcake o della tortiera e versate il composto.
Infine infornate a 150° per 45 minuti.

Volete fare un viaggio e scoprire l’enogastronomia veronese con i suoi piatti tradizionali, i ristoranti dove mangiare e cosa vedere? Il tutto comodamente a portata di mano dal divano: basta un clik. Enogastronomia a Verona: ristoranti, ricette tipiche, luoghi da visitare

teglia di pearà salsa tipica veronese