Chayote, tutti i segreti della zucchina spinosa

Chayote o zucchina spinosa fotografate da Silla e Pepe

Chayote, tutti i segreti della zucchina spinosa

Scopriamo il prodotto

Storia di un amico che dal suo orto di Roma ti porta a far conoscere il Chayote. Qui lo coltivano nei campi ma ho scoperto che c’è traccia anche in Calabria e Sicilia. Pensate che lo si coltivava anche nel veronese fino a qualche tempo. Perchè poi si sia persa la tradizione non si sa.
Lì per lì ti domandi stupita cosa sia questo strano ortaggio verde con le tante piccole spine pungenti e soprattutto come si mangi. Finora non l’avevo mai visto nei banchi del mercato e se non fosse stato per Maurizio chissà per quanto tempo ignoravo la sua esistenza.

Ma che cos’è il Chayote?

Chiamato con il suo nome scientifico “sechium edule”, da qui in italiano semplicemente “sechio”, conosciuto anche con il nome di “zucchina spinosa”  o “zucca centenaria” è una pianta della famiglia delle curcubitacee.
Il frutto, che poi è la parte che si mangia, originario del Sud America ha forma ovoidale e colore che va dal verde chiaro al giallo pallido. Può raggiungere i 15 cm di lunghezza ed è caratterizzato da piccole spine sulla superficie. Ragion per cui, per pulirlo, servono i guanti, almeno che non abbiate le mani di ferro.

La consistenza del chayote è simile alla patata ed il sapore si avvicina alla zucchina ma un pò più dolce.
Ha proprietà diuretiche, antinfiammatorie, ipotensive. E’ ricco di acqua e vitamine che fanno bene all’organismo.

Come si pulisce

Se volete pulire il chayote o zucchina spinosa vi conviene utilizzare dei guanti per non soffrire troppo con le spine.
Il mio consiglio è di tagliare la buccia e una volta aperto privarlo del seme interno. Rimane così la polpa che potete tagliare a striscioline o cubetti a seconda di come lo cuocete.

chayote o zucchine spinose pulizia
Come si cucina

Dopo averlo scoperto, fotografato e pulito bisogna capire cosa possiamo farci.
Tra le ricette che ho scovato e consigli che ho ricevuto il modo migliore per consumare il chayote o zucchina spinosa mi è sembrato friggerlo ma in maniera più leggera quindi l’ho fatto al forno. Ma tra le alternative in cucina potete arrostirlo come si fa con le patate in padella o al forno e farlo gratinato. Potete anche prepararlo in agrodolce e qualcuno ipotizza l’uso in torte dolci.

Volete sapere come l’ho preparato io?

la mia ricetta
chayote bastoncini fritti al forno

Ho scelto di preparare con il chayote un antipasto sfizioso di bastoncini fritti al forno. In questo modo risulteranno più light senza perdere la loro fragranza. Il risultato sono dei finger food super: croccanti fuori ma dal cuore caldo e soffice polpa.

Ingredienti x una porzione:

chayote
farina
uovo
pan grattato
sale q.b.

chayote o zucchine spinose ingredienti ricetta

Tagliate il chayote a rettangoli di 1 cm di spessore per 6 di lunghezza.
Preparate 3 contenitori pronti all’uso: in uno mettete la farina, nell’altro sbattete un uovo e per finire il pan grattato.
Metteteli in sequenza in modo da immergere ogni bastoncino prima nella farina poi nell’uovo ed infine nel pan grattato.
Adagiateli sulla placca del forno e cuocete per 20 minuti a 180°.
(Un consiglio: girateli a metà tempo per una cottura migliore ed omogenea) 

chayote o zucchine spinose Silla e Pepe

Accompagnateli a qualche salsa fatta in casa da voi o semplicemente gustateli con un buon vino bianco frizzante.

Ristorante Del Biscione a Grazzano Visconti

Volete conoscere un’altra specialità culinaria?
Vi porto nel piacentino a Grazzano Visconti per assaggiare i Pisarei del Ristorante del Biscione. Gustati l’articolo