Cioccolato a Caldiero

cioccolato

Cioccolato a Caldiero

Con la ricetta creata per l'occasione

Gli amanti del cioccolato quest’anno hanno un motivo in più per passare da Verona. A Caldiero per tutto il mese di dicembre in programma un fitto calendario di appuntamenti che riguardano l’oro nero che tutti adorano.
Perchè vi dico questo? Perchè in parte c’è anche il mio contributo e se avrete la pazienza di leggere tutto lo scoprirete.

Caldiero non è famosa soltanto per le sue terme, peraltro di importanza storica non trascurabile ma anche per aver ospitato Napoleone di passaggio in queste terre. Unisce idealmente Verona al territorio vicentino verso il quale si proietta lungo un asse immaginario. Ora teatro di una serie di appuntamenti imperdibili. Molti gli eventi previsti questo mese per la gioia di grandi e piccini. Dalla proiezione di un film, alla mostra d’arte, alla gita al Museo del cioccolato fino all’evento più significativo dal punto di vista culinario: il primo Concorso di torte dal titolo “Ti prendo per il cioccolato”. E qui subentro io perchè sarò in giuria insieme a Francesca Rizzi, artista e Gabriella Ambrosini, esperta di turismo ed enogastronomia e dovrò giudicare le torte che porterete tutti voi.

eventi in programma

Vorrei focalizzarmi sugli eventi principali che Caldiero organizza per le feste natalizie e raccontarveli al meglio.

Si inizia con la Mostra d’Arte dal titolo “Cioccolato … L’Essenza della vita” con quadri in tela ed in vetrofusione degli artisti locali Francesca Rizzi e Fabiano Nadali che resterà aperta dal 15 al 22 dicembre con ingresso libero. “Con questa esposizione – dicono gli artisti – non vogliamo rappresentare il lato materiale del cioccolato ma le sensazioni, le emozioni ed i pensieri che scaturiscono la vista, il profumo  ed il sapore del cioccolato. Tutto questo viene rappresentato con colori , forme, trasparenze e luci” artisti.

Si entra nel clou del programma caldierese con la gita al Museo del cioccolato Alprose in Svizzera e alla città di Lugano domenica 16 dicembre.

Sarà mercoledi 19 dicembre con la serata ad ingresso gratuito “Il Bello e il piacere del cioccolato” a cura di Gabriella Ambrosini e la sottoscritta food blogger il momento più dolce. Avremo il piacere di accompagnare i partecipanti a compiere questo viaggio meraviglioso insieme a noi e al cioccolato. Storia e origine di una delle materie prime più antiche spiegate dall’esperta Gabriella mentre io mi dedicherò a dare qualche ricetta e consigli per preparare dolci di cioccolato a casa propria.

Ma il bello deve ancora arrivare. Udite, udite. Durante la serata si terrà il primo Concorso di torte ideato da me e Gabriella dal titolo emblematico “Ti prendo per il cioccolato” in cui i protagonisti sarete voi. Ci piace l’idea di poter assaggiare quello che la vostra creatività vi spingerà a fare per valorizzare l’ingrediente principale che, manco a dirlo, è il cioccolato.

Cioccolato dolcetti natalizi con i datteri

Per l’occasione ho realizzato questi dolcetti al cacao senza cottura grazie alla ricetta pensata da Gabriella. Li chiameremo “Occhi di Napoleone” scuri e vivaci come quelli del Generale passato da Caldiero. Sono dei dolci senza cottura facili e veloci da preparare, perfetti dolci natalizi da sfoggiare in tavola durante le prossime festività. L’ingrediente che li rende speciali è il cacao amaro che sposa benissimo il tema degli eventi. Il cioccolato si declina, infatti, in tante forme: cacao, cioccolata, tavolette, fondente, al latte… e tanti dolci preparati con esso.

cioccolato dolcetti senza cottura preparati per Caldiero
la ricetta

Ingredienti:

datteri
gherigli di noce
mascarpone
cacao amaro

 

Realizzare i cioccolatini “Occhi di Napoleone” è davvero molto semplice.
Non serve cottura o strumenti particolari ma solo un pò di pazienza.
Se prendete i datteri già denocciolati sarà un passo avanti nella preparazione altrimenti munitevi di coltello e senza tagliarvi un dito incideteli per il verso più lungo per estrarre il nocciolo.
A questo punto con un piccolo cucchiaio o una sacca-a-poche farciteli con il

cioccolato datteri farciti con mascarpone e noci

mascarpone senza riempirli troppo perchè all’interno andrete ad inserire un pezzo di gheriglio di noce.
Dopo aver fatto questa operazione richiudete i datteri e passateli su un piatto con del cacao amaro.
(E’ importante che sia amaro perchè i datteri sono di per sè molto dolci).
Vi consiglio di porli in frigo per un paio d’ore prima di servirli.

cioccolato gli Occhi di Napoleone con datteri mascarpone e noci

Se li prepariamo tutti insieme gli “Occhi di Napoleone” e inondiamo le tavole per le prossime festività potranno diventare a pieno diritto i nuovi alternativi dolci natalizi veronesi. 

Prima di lasciarvi liberi di correre a preparare questi dolcetti ci tengo a ringraziare chi ha collaborato con me (e si è adoperato molto più di me) nell’organizzare tutto questo:
Comune di Caldiero – Assessorato alla Cultura nella persona di Melania Martinato,
Biblioteca Comunale nella figura di Clara Chiavegato,
Proloco Caldiero.

E se vi dovesse venir voglia di conoscere meglio l’est veronese leggete qui il mio tour