Come organizzare un picnic perfetto tutti i consigli di una food blogger

Picnic nel prato

Come organizzare un picnic

Tutti i consigli utili

Estate, tempo di scampagnate e di gite fuori porta. Con la bella stagione va aumentando anche il desiderio di stare all’aria aperta e di condividere il pranzo con amici e parenti en plein air. In questo post scopriremo insieme tutti i segreti su come organizzare un picnic perfetto.

Picnic cosa significa? E’ un termine preso in prestito dall’inglese, che a sua volta lo ha adottato dal francese piquenique. Rimanda a qualcosa di piccolo da spizzicare in compagnia. Un tempo si trattava di eventi mondani a cui partecipavano i nobili e dove ognuno dava il proprio contributo per arricchire la tavola e quindi rendere più piacevole la festa portando qualcosa. Oggi, invece, il picnic rimanda alla classica scampagnata fuori porta con amici e parenti. Sinonimo di libertà e spensieratezza mescolato alla voglia di condivisione all’aria aperta.

 

Come organizzare un picnic – Alcuni consigli

  • Perchè una merenda all’aria aperta sia perfetta è cosa buona e giusta, prima di partire, buttare un occhio al meteo e sentire cosa ne pensa Giove pluvio. Sarebbe poco piacevole ritrovarsi a rincorrere piatti e bicchieri per tutto il prato. Cosa che alla sottoscritta è già successa, per questo mi sento di ricordarvelo!

 

  • Non c’è colazione all’aperto senza cestino e la tipica tovaglia a quadrettoni rossa o blu. Se avete intenzione di stendervi per terra a fare il picnic meglio adagiare prima una tela cerata, eviterete di bagnarvi il sedere per l’umidità.

 

  • Continuiamo con i consigli pratici, molti dei quali ve li elenco perchè a me tante volte sono sfuggiti e per questo il picnic non era perfetto come avrei voluto. Tornando al cestino di vimini, fa picnic ed è molto scenografico, ma devo dire che può tornare utile, soprattutto quando fa molto caldo, avere un contenitore termico. Una polibox mantiene cibi e bevande più freschi.

 

  • Altro aspetto sono i tovaglioli. Evitate quelli di carta che svolazzano dappertutto e procuratevi, piuttosto, quelli di stoffa. Che tra l’altro fanno anche più chic.

 

  • Uno dei momenti che preferisco per fare un picnic è il tramonto. Prendetevi tutto il tempo per rilassarvi accompagnati dal lento calare del sole. Ricordatevi di portare un golfino per non passare tutto il tempo infreddoliti.

Un ultimo consiglio: viaggiate leggeri



Per il resto non c’è molto altro da sapere su come organizzare un picnic. Cercate di viaggiare leggeri. Non serve portarsi appresso tante cose, non deve essere un trasloco.
I picnic migliori che ho fatto sono quelli dove ho raggiunto la meta a piedi o in bicicletta. Questo mi ha permesso di affrontare l’appuntamento in una veste più ecologica e di fare conoscenza durante il tragitto degli altri partecipanti, se ero in compagnia.

Cosa portare da mangiare ad un picnic

Per un picnic si possono preparare le più svariate ricette dalla cucina italiana a quella etnica per i più audaci. Di seguito vi elenco alcune delle mie ricette che trovo più adatte per preparare un picnic. Tenete sempre conto se si tratta di un pranzo, cena o una fugace merenda, e del clima della stagione.
Discorso a parte se si tratta di fare un picnic con griglia. In questo caso il menù fatto ai ferri, carne o pesce, è buona cosa tenga conto anche dei vegetariani.

Polpette
Le polpette sono sempre la soluzione giusta perchè piacciono a tutti e sono buone anche tiepide. Di carne, pesce o di verdura accontentano tutti i palati. Provate queste mie con i fagioli: ricetta

Insalata di quinoa
Un must del picnic perfetto è l’insalata fredda. Può essere di riso, orzo o di quinoa come questa che ho preparato io con verdure e uovo in camicia. Scoprite la ricetta

Torta di mele
Con le gambe sotto il tavolo o distesi sull’erba, non c’è conclusione migliore se non quella di un buon dolce. Evitate preparazioni complesse o difficili da trasportare preferendo semplicità e genuinità. Come la mia torta di mele a forma di rose. Scoprite la ricetta

Se vi fa piacere scoprire altre idee da preparare per il vostro picnic vi consiglio di seguire la ricetta delle friselle proposta dall’amica Krizia del blog Il Gusto della semplicità.

Non avete voglia di cucinare? Ho io la soluzione per voi! Chickenbot il pollo con patate caldo fumante che vi raggiunge comodamente dove desiderate. Per informazioni e ordinazioni sul sito chickenbot.it oppure al numero 045-7156305. Il servizio è attivo anche sulle città di Milano e Torino. Per i lettori del blog è riservato uno sconto immediato: comunicate codice sconto silla07 al momento dell’ordinazione.

chickenbot per un picnic

Dove fare un picnic a Verona

Per concludere vorrei darvi qualche dritta su come organizzare un picnic perfetto in riva all’Adige. Non mancano le aree picnic a Verona e provincia facilmente raggiungibili anche con bambini o disabili.

  • Verona Sud
    Il Parco dell’Adige ( consultate la mappa) permette di stare all’aria aperta divertendosi con tutta la famiglia. Si può accedere dal paese di San Giovanni Lupatoto oppure da San Michele Extra. E’ attraversato anche da piste ciclabili che seguono l’andamento del fiume Adige e permettono di raggiungere altri paesi vicini.
    Mi piace molto questa zona per praticare Nordic Walking oppure andare in bicicletta. E spesso mi fermo per prendere fiato o per fare un picnic.
  • Lago di Garda
    Se volete godere del panorama del Lago di Garda, lungo le rive ci sono molti spazi adatti a preparare una merenda immersa nella tranquillità delle acque lacustri. Vi consiglio di andarci di sera e prendervi tutto il tempo per gustarvi uno dei meravigliosi tramonti che solo il lago sa donare. Se vi piace camminare, salendo un pochino dal livello delle acque, potete raggiungere punti panoramici a picco sul lago che ricorderete per sempre. Vi consiglio la camminata sulla Rocca del Garda.
foodblogger Silla con marito durante un picnic
Un ultima cosa

Un picnic sarà perfetto se lo fate con le persone giuste. Circondatevi della compagnia che vi fa stare bene, rilassatevi e respirate a pieni polmoni il senso di libertà che dà mangiare all’aria aperta. Aiuta a creare un clima più disteso anche una buona bottiglia di vino o una birra ghiacciata.