la genuinità della crostata fatta in casa

La genuinità della crostata fatta in casa

Una bontà d'altri tempi

I sapori genuini di una volta si riscoprono nella bontà di questa crostata: uno dei dolci fatti in casa che più preferisco e che meglio rappresentano il calore di una famiglia.
La classica torta che la nonna ci preparava la domenica a pranzo e un pezzetto finiva sempre a casa mia per la colazione del lunedi mattina.
I ricordi affiorano amorevolmente, complice una mattina di dicembre, a pochi giorni dal Natale e lentamente si mescolano alle tradizioni di di molte famiglie.

Per questo la tavola si veste a festa! E compaiono le mie candele di legno che ho realizzato personalmente per queste festività. Mi piacciono le cose fatte a mano che danno sfogo alla creatività.

Per questa crostata ho usato la confettura di visciole. Le conoscete già?
Per chi non le conoscesse appartengono alla stessa categoria delle ciliegie ma insieme alle amarene e marasche sono definite le “sorelle povere” perchè per il loro gusto acido sono meno apprezzate. In realtà il sapore delle visciole è abbastanza dolce e ben si sposa con questa crostata. Una vera bontà!

la genuinità della crostata fatta in casa

Fare la crostata, però, mi era sempre sembrata una cosa un pò difficile.
Impastare con le dosi giuste, stendere la frolla col mattarello in modo uniforme, adagiarla sulla teglia senza romperla… eccetera, eccetera.
Già queste operazioni mi facevano passare la voglia di prepararla perchè non mi veniva mai come volevo.

Però, grazie a tante prove e ai consigli utili della mamma di un amico sono riuscita a mettere a punto la mia ricetta perfetta!
Così, ora, ogni volta che ho voglia di un dolce in pochi minuti è subito pronto.

 

Ingredienti:

300g farina tipo 2
3 tuorli
80g zucchero
150g burro
confettura o marmellata

 

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Lavoratelo con lo zucchero, poi aggiungete le uova una alla volta.
Infine aggiungete la farina.
Impastate fino ad avere una palla omogenea.
Stendete subito la pasta con le mani (senza l’utilizzo del mattarello): sarà fantastico e avrete un ottimo risultato finale! Nel fare questa operazione cercate di mantenere uno spessore uguale per tutta la crostata.
Tenete da parte un pò di impasto per la decorazione finale.
Cercate di fare il bordo più alto per non far fuoriuscire la confettura.
Infine con la forchetta bucherellate il fondo ed per ultimo stendete la confettura.
Con la pasta rimasta create delle strisce per decorazione.
Infornate a 150° per 40 minuti circa.



Ti è piaciuto questo articolo?

Lasciami la tua email, ti comunicherò interessanti opportunità e promozioni da cogliere al volo dal mondo food, le ultime novità in campo culinario e i migliori locali per andare a cena a Verona e provincia!


Accetto il trattamento dei dati e della Privacy. Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi per il solo invio della nostra newsletter. Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.