Interno 7 un locale tutto da assaporare in provincia di Verona

Interno 7 locale di S. Bonifacio

Interno 7 un locale da assaporare

Drinks, libri e opere d'arte

Nel mio girovagare per la provincia di Verona ho scovato l’Interno 7, un locale da assaporare. A piccoli sorsi tra un caffè e un buon calice di vino puoi sfogliare qualche libro e ammirare le opere d’arte esposte alle pareti.
Molto più di un semplice bar Interno 7 a San Bonifacio, provincia est veronese. Dove cade l’occhio c’è qualcosa di interessante da vedere, da scoprire. E la cosa bella che ogni volta che ci ritorni non è mai uguale a prima.
Originale nella scelta dell’arredamento quanto nella proposta gastronomica: qui puoi sorseggiare un drink al bar oppure fermarti per una pausa pranzo per la quale le proposte culinarie non mancano.
Ma quello che più lo rende unico è l’impronta che Leda, la titolare, ha saputo dare al locale. Anche se ora la gestione è in altre mani, l’anima dell’ambiente rimane invariata. Purtroppo non ci sono più allestimenti artistici e creativi alle pareti ma chissà che ai nuovi proprietari non ritorni la voglia.



Una delle tante chiave di lettura dell’Interno 7 era l’esposizione di opere d’arte, nella versione più moderna e contemporanea di una piccola galleria artistica.
Per questo mi piaceva molto e lo apprezzavo per il suo stile da città metropolitano e non di provincia veronese.

l'artista Andrea Zanconato

Quando ci sono andata io qualche mese fa alle pareti dell’Interno 7 c’era l’allestimento dell’artista sambonifacese Andrea Zanconato e si potevano ammirare le sue opere straordinarie realizzate a carboncino.
La sua passione per l’arte ed in particolare per la tecnica del bianco e nero a carboncino prende vita parecchi anni fa maturando nel corso degli anni.
Per qualche tempo accantonata per dedicarsi alle arti marziali, recentemente grazie ad un progetto professionale che lo ha visto coinvolto, ha ripreso in mano, letteralmente parlando, carta e carbone per ritornare a disegnare.

«Con la tecnica bianco e nero a carboncino è fondamentale il gioco di ombre e lo studio della luce. Prima penso mentalmente a cosa voglio realizzare e poi quando mi sento pronto inizio a disegnare – racconta Andrea, – è un metodo che richiede molta precisione e manualità per non sporcare il resto del foglio e non andare a caricare troppo certe parti con il colore scuro»

opera a carboncino di Andrea Zanconato

I miei soggetti preferiti sono i visi perchè ti penetrano nell’anima e lì ti restano. Sguardi e volti che sembrano emergere dal cartoncino grazie alla grafia dell’artista.
Voi che ne pensate? Non è straordinario poter sorseggiare un drink o prendere un caffè assorti nell’arte?

opera a carboncino di Andrea Zanconato

Se volete potete gustarvi qualche altra opera nel video che ho girato per voi. Aiutatemi a far conoscere l’artista: condividete il video e l’articolo se vi è piaciuto.