Ristorante Del Biscione a Grazzano Visconti

Ristorante Del Biscione bontà piacentine a Grazzano Visconti

Ristorante Del Biscione a Grazzano Visconti

La tradizione in un borgo medioevale

E’ un pò che non vi porto a spasso con me a conoscere nuovi ristoranti.
Sapete che mi piace curiosare e assaggiare sempre piatti nuovi e appena ne ho l’occasione li faccio conoscere anche a voi. Ecco che vi parlo del Ristorante Del Biscione nel borgo medioevale di Grazzano Visconti.

L’occasione si è presentata durante il ponte di Ognissanti, in una di quelle giornate grigie e uggiose che a nessuno avrebbe ispirato per uscire. Invece noi, e il pronome sta ad indicare la sottoscritta con marito, presa l’auto ci siamo diretti a Grazzano Visconti nel piacentino per una gita fuori porta.

storia del borgo

Prima di parlarvi di cibo, da buona Food Blogger, due paroline però devo spenderle per presentarvi il posto dove siamo.

Grazzano Visconti è un piccolo ma grazioso borgo medioevale nella campagna piacentina. Si sviluppa attorno al castello costruito nel 1395 in occasione del matrimonio di Beatrice Visconti con Giovanni Anguissola, appartenente ad una delle casate più influenti piacentine. Dopo cinque secoli il castello con annesse le terre vicine passarono alla famiglia Visconti di Modrone. Grazie alla geniale creatività del conte Giuseppe Visconti (padre del famoso regista Luchino) agli inizi del ‘900 il castello fu restaurato e tutto il borgo attorno abbellito. Oggi tra merlature ghibelline, lanterne, scorci di un tempo passato, si può camminare tra le vie e le piazze medioevali del borgo respirando l’aria di quel tempo.
Non mancano botteghe e locali dove poter mangiare, cosa che forse fa perdere un pò il senso di antichità ma servono anche queste per fare girare l’economia.
Ho apprezzato la corte rimasta come era una volta con gli attrezzi antichi e il giardino del castello che si può visitare con la guida.
La pioggia di quel giorno lo ha reso ancora più suggestivo. Credo che nel periodo natalizio con le lucette accese sia ancora più particolare da vedere.

degustiamo

Ho mangiato al Ristorante Del Biscione a pranzo con mio marito in libera scelta e non come Food Blogger (questo per chiarire che non ero qui per lavoro e abbiamo regolarmente pagato).

Siamo stati attratti dal menù esposto fuori che indicava diversi piatti tipici piacentini che ci hanno colpito.
Il locale è storico, fu costruito agli inizi del 1900 e si percepisce già da fuori la tipicità del locale di una volta. Anche l’interno, con antichi pavimenti, rispecchia l’esterno della location. Unica nota scadente: il bagno. Non è per niente da “dieshi”, per citare un noto presentatore di un programma sui ristoranti. Capisco la location storica ma una rinfrescata sarebbe opportuna.

Volevamo un pranzo veloce quindi ci siamo indirizzati verso due primi anche se tra i piatti proposti dal ristorante c’erano gnocco fritto con salumi piacentini che devono essere buonissimi e altre specialità del luogo.

Servizio per me nel complesso buono per il Ristorante Del Biscione tenuto conto che non avevamo prenotato. Svelti, veloci e competenti. Forse un pò “sulle sue”. Sarà che a me piace conversare e quando incontro qualcuno che non conosco mi piace intavolare sempre qualche discorso. 

Mi è piaciuto molto trovare in menù piatti tipici della zona piacentina e non quelli classici “attira turisti” in cerca di piatti universali, come li chiamo io, ossia pasta e pizza.

Abbiamo assaggiato Pisarei e fasoi alla piacentina e panzerotti.
I primi sono dei gnocchetti di farina e pan grattato conditi con un sugo preparato con fagioli e pomodoro. Davvero molto buoni, leggeri nonostante il condimento. Li ho trovati molto gradevoli.
I Panzerotti piacentini sono un tipo di pasta fatta in casa con ripieno di ricotta, spinaci e per finire parmigiano gratinato al forno. Ho sentito il profumo della genuinità arrivare al tavolo dalla cucina. Da mangiare sotto attenta osservazione di un estintore perchè bruciano appena usciti dal forno perciò vanno assaggiati con calma. Il ripieno di ricotta e spinaci molto leggero e gradevole. Non vado matta per questo tipi di primi ma devo dire che li ho trovati molto ben fatti, anche la qualità della pasta.

Ristorante Del Biscione a Grazzano Visconti

Poteva mancare il dolce? Certo che no.
Sono stata attratta da questi biscotti: i Buslanein accompagnati da Malvasia dolce. Sono delle ciambelline di frolla preparate con cacao, al limone, scaglie di cioccolato, che vanno imbevute nel vino come si fa solitamente con i cantucci nel vin Santo. Buona la consistenza e la cottura, non troppo dolci perciò perfette per chiudere in bellezza.

Il conto giustamente, l’ho lasciato per ultimo. L’ho trovato adeguato. Per quello che abbiamo mangiato al Ristorante Del Biscione, con coperto, acqua e mezzo litro di vino, abbiamo speso 32€.

Molto interessante la sorpresa del caffè. Non mi aspettavo di trovare all’interno del borgo un negozio con diverse tipologie di caffè e tanti “bicchierini” dal Bombardino al Marocchino che sono squisiti. Ho preso un caffè all’amaretto davvero buono nella torrefazione della Corte Antica.