San Vigilini i biscotti del lago di Garda

San Vigilini i biscotti del lago di Garda

San Vigilini i biscotti del lago di Garda

Dolci idee lacustri

Sapete che mi piacciono molto le storie che hanno a che fare con il cibo e questa che sto per raccontarvi parla di biscotti e lago di Garda.
Delle cose che mangio mi colpiscono sempre molto la storia e se ci sono, anche gli aneddoti. Forse più della ricetta in sè. Questi biscotti ne sono un esempio. La ricetta di per sè è abbastanza facile ma la particolarità sta nel sapere come sono nati e dove si possono trovare.
In questo ho trovato un’alleata. Un’amica che sapendomi interessata a questi aspetti mi racconta storie buone (di cibo) e ce la spassiamo a trasmettere l’una con l’altra tradizioni e curiosità del nostro territorio.
Grazie Gabriella per non avere timore di condividere con me (e adesso anche un pò con voi) i tuoi racconti e rendermi partecipe delle tue storie meravigliose che parlano di cibo, territorio, storia e cultura. Sei per me fonte di ispirazione e ogni qual volta mi vedo arrivare un tuo messaggio pregusto già il risultato finale che so non essere mai banale.

Oggi viaggiamo insieme e approdiamo sulle rive del lago di Garda.
Una zona per me famigliare, essendo di Verona. Per tutti i veronesi rappresenta la prima abbronzatura, il primo gelato, la passeggiata al tramonto o anche una camminata invernale con il tiepido sole che fa l’occhiolino.

Naturalmente il lago è anche molto altro. Lo sanno bene i tanti turisti che ogni anno soggiornano qui nei tanti alberghi e campeggi e che d’estate animano le spiagge che offrono relax, divertimento e buon cibo.

Per assaggiare i biscotti di cui Gabriella mi ha parlato e che oggi vi faccio conoscere dobbiamo fare tappa a Punta San Vigilio, località del comune di Garda, sulla sponda veronese del lago.

San Vigilini: la storia

I San Vigilini credo siano i biscotti più celebri del lago di Garda. Sicuramente i più squisiti che ben accompagnano una tazza di tè.
Sono dei biscotti al burro preparati con l’aggiunta di uvetta nati negli anni ’40 per mano di Leonard Walsh leggendario oste dell’omonima locanda che si affacciava sulle rive del lago.
La storia narra che il britannico Walsh fece preparare dei biscotti come dono di benvenuto per accompagnare il momento del tè per il suo illustre ospite, Sir Winston Churchill che si trovava a soggiornare sul lago di Garda di ritorno da un viaggio a Venezia.
Da allora i San Vigilini furono avvolti nel mistero: nessuno ne conosceva la ricetta. Trapelavano solo pochi indizi sulla loro preparazione.
Fortunatamente negli anni qualcuno si è lasciato andare con i suggerimenti ed oggi possiamo gustarli nei negozi e nei ristoranti del lago.

San Vigilini i biscotti del lago di Garda
La ricetta

Ingredienti per circa 30 biscotti:

500g farina
180g zucchero di canna
3 uova intere
200g uvetta
1 limone
1 bustina di lievito
150g burro

 

Per prima cosa ammorbidite il burro e mettete l’uvetta in ammollo.
Cominciate a lavorare il burro con lo zucchero e aggiungete le uova una alla volta sempre mescolando.
Infine la farina con il lievito e grattugiate la buccia di un limone.
Infine unite l’uvetta che avete lasciato ammorbidire nell’acqua, dopo averla strizzata e asciugata con della carta assorbente.
Lasciate riposare l’impasto in frigo per circa 30 minuti.
Infine prelevando un pò di impasto, aiutandovi con un cucchiaino, fate delle palline da stendere sulla leccarda.
Ora infornate a 180° per circa 15 minuti. Devono dorarsi ma rimanere comunque morbidi.
Si conservano per alcuni giorni chiusi in un barattolo di vetro o latta al riparo da fonti di calore.

San Vigilini i biscotti del lago di Garda

Ora prendetene uno e chiudete gli occhi. Per primo arrivano il profumo e la freschezza del limone, poi la delizia dell’uvetta che prepara il palato ad accogliere la cremosità del burro. Ed è un piacere unico.

San Vigilini specialità del lago di Garda


Ti è piaciuto questo articolo?

Lasciami la tua email, ti comunicherò interessanti opportunità e promozioni da cogliere al volo dal mondo food, le ultime novità in campo culinario e i migliori locali per andare a cena a Verona e provincia!


Accetto il trattamento dei dati e della Privacy. Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi per il solo invio della nostra newsletter. Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.