Soave cosa vedere in un giorno nelle Terre del vino e degli Scaligeri

Castello di Soave mura esterne, cosa vedere in un giorno a Soave

Cosa vedere a Soave

Eletto Borgo dei borghi 2022

Avete intenzione di prendervi una giornata per una gita in uno dei borghi veneti più belli? Il borgo murato di Soave che si trova in provincia di Verona è un’ottima soluzione e con questo post vi darò tutte le indicazioni su cosa vedere a Soave in un giorno. Gli appassionati di vini penseranno subito alle cantine che qui producono il famoso vino bianco, ma Soave val ben una sosta anche per la sua storia, le bellezze architettoniche e i prodotti tipici da assaggiare (oltre al vino, si intende).

Soave: cenni storici

La prima cosa che notate una volta giunti sul posto sono le antiche mura che circondano il borgo e proteggono il Castello che svetta sulla parte più alta della collina. Le origini del Castello risalgono agli inizi del X secolo quando il Re d’Italia Berengario I decise di far erigere le mura per contrastare le numerose incursioni dei predoni Ungari. Il Castello non è mai stato una residenza signorile ma ha sempre avuto una connotazione bellica vista la sua posizione strategica. Tra il Duecento e il Trecento fu la famiglia Cicogna a prenderne le redini per conto della Signoria dei Della Scala. Successivamente Cansignorio nel 1375 restaurò il Castello e eresse la cinta muraria che ancora oggi possiamo ammirare.

Soave, cosa vedere in un giorno

1. Chiesa di San Giorgio
chiesa di S. Giorgio a Soave
chiesa di S. Giorgio

Prima di entrare da una delle porte di accesso delle mura di Soave vi consiglio una sosta per vedere la Chiesa di San Giorgio. In Borgo Covergnino venne edificata nell’XI secolo in stile semplicissimo dai padri Francescani e restaurata nel 2004. Nell’attiguo convento, di cui ora resta assai poco, dimoravano i monaci di Santa Maria della Scala. Sulla facciata, un antico bassorilievo rappresenta San Giorgio a cavallo che uccide il drago.  Purtroppo gli antichi affreschi presenti all’interno sono stati distrutti dal tempo, soprattutto in seguito alla peste che nel 1630 colpì il territorio soavese. In seguito la chiesa fu addirittura trasformata in lazzareto. Ma ci sono due particolarità che vi voglio raccontare: dal centro del soffitto pende la costola di un animale preistorico e la porta in origine si trovava dove oggi è il retro, come vedete in questa foto.
La chiesa normalmente viene aperta in occasione di giornate speciali dove sono le guide ad accompagnare i visitatori.

2. Passeggiata lungo le mura storiche

Prendetevi il tempo per una suggestiva camminata lungo le mura di Soave, partendo dall’esterno andando verso l’interno sono tanti gli scorci che vi lasceranno senza fiato. Perfettamente conservate rappresentano il primo punto di contatto con il borgo da cui si accede varcando una delle Porte.

mura di Soave
mura di Soave
3. Duomo di Soave

Varcata Porta Verona la strada comincia a salire fino a condurvi al Castello. Ma non abbiate fretta che prima vediamo un paio di cose.
Innazitutto, merita una visita il Duomo di San Lorenzo. Splendidi gli affreschi sul soffitto ad opera di Adolfo Mattielli che vi farà stare con la testa per aria. Qui sono conservati preziosi dipinti come la pala di san Rocco opera di Francesco Morone, un dipinto cinquecentesco del Farinati e una tela del Cignaroli.
Se non avete fretta, una volta usciti, seguite la stradina chiusa sulla vostra destra: vi porta su un punto panoramico che vi lascerà di stucco.

4. Piazza Antenna e Palazzo di Giustizia

A pochi passi dal Duomo si trova piazza Antenna. Chiamata così perchè in passato al centro c’era un’antenna con appeso lo stendardo della Serenissima città di Venezia. Subito vi colpisce la facciata del Palazzo di Giustizia, edificato da Cansignorio della Scala nel 1375. Potete soffermarvi qui a bere un aperitivo e degustare prodotti tipici perchè al piano terra si trova un’enoteca. E poi riprendere la passeggiata che vi porta al Castello di Soave.

Soave, cosa vedere: piazza Antenna e Palazzo di Giustizia
Palazzo di Giustizia in piazza Antenna
5. Castello di Soave
vista sul castello di Soave dal Santuario Madonna della Bassanella
Castello di Soave visto dal Santuario della Bassanella

Soave, cosa vedere se non la sua roccaforte? Il Castello di Soave lo inserisco nella lista delle cose da vedere anche con i bambini in Veneto, insieme a quello di Marostica in provincia di Vicenza. La prima volta che visitai il Castello di Soave fu con il nonno, avrò avuto 8 o 9 anni e mi aggiravo estasiata per le stanze medioevali. Ho sempre amato il mondo archeologico e qui ho trovato pane per i miei denti. Gli interni sono tenuti benissimo, si visita sia le stanze padronali, sia l’armeria con i giacigli dei soldati. Inoltre è bello poter notare i resti della chiesa del borgo e le antiche botteghe artigianali, con gli evidenti segni delle fornaci.

  • Quanto costa visitare il Castello di Soave
    per gli adulti 7 euro; bambini 4 euro.
  • Orari di apertura Castello
    estivo: 9-12 e 15-18,30; invernale: 9-12 e 14-16.

 

Vi consiglio di verificate sempre prezzi e orari sul sito del Castello (castellodisoave.it) prima di pianificare la vostra visita.

6. Santuario Madonna della Bassanella


Santuario Madonna della Bassanella, Soave
Santuario Madonna della Bassanella

Come uscite da Porta Aquila e lasciate il borgo alle vostre spalle il paesaggio collinare si apre e si mostra in tutto il suo splendore. Se proseguite dritto per questa strada qualche centinaia di metri sulla vostra sinistra trovate il Santuario della Madonna della Bassanella. Luogo di culto importante per tutti i soavesi e non solo, perchè legato all’apparizione mariana. All’interno ci sono affreschi e tele importanti da vedere. La facciata del santuario si apre su un’ampia piazza che dà sulla Valle del Tramigna: abbandonate il cellulare e lasciate riposare la mente. Poi però riprendete i vostri dispositivi digitali che il panorama e il Castello di Illasi un paio di foto le meritano tutte.

vista da Soave sul castello di Illasi
vista sul castello di Illasi

Parco Zanella: dove riposare a Soave

Se dopo tutto questo camminare vi sentite un pò stanchi e volete riposarvi al fresco di una pianta vi consiglio Parco Zanella, raggiungibile proseguendo sulla strada principale che va verso porta Aquila. Un’area verde recintata  dove potrete ammirare il Castello sopra di voi e rilassarvi in piena libertà. Durante il festival della letteratura il parco è diventato il luogo adatto per reading ed incontri letterari e in estate diventa location per il cinema all’aperto e eventi musicali.

parco Zanella di Soave
Parco Zanella

Dove mangiare a Soave

Adesso che abbiamo una panoramica di Soave cosa vedere, possiamo dedicarci al cibo perchè anche a tavola Soave si difende bene.

  • Colazione a Soave
    appena fuori dal borgo ma comunque comodi alla visita dei principali siti si trova Pasticceria Gelateria Caffetteria Temptetion dove i giovani fratelli Giulia e Andrea vi delizieranno con pasticceria e gelati artigianali.

 

  • Pranzo o cena
    La proposta gastronomica di Soave spazia dai ristoranti più chic alle trattorie o pizzerie, ce n’è per tutti i gusti e portafogli. Se volete essere coccolati e sedervi ad una tavola spaziale vi consiglio Locanda Ai Capitelli (ottima base anche per dormire). Se preferite una location più tranquilla Bigoleria alla Rocca oppure Trattoria Dal Moro
    Magari gradite la pizza, allora vi consiglio la mia preferita: Pizzeria Acquario.

 

In ogni caso a Soave trovate enoteche e osterie tipiche dove poter assaggiare vini locali e prodotti del territorio come il prosciutto crudo o le Brassadele.

Le Cantine di Soave

Abbiamo già accennato al fatto che Soave è conosciuta e rinomata in tutto il mondo anche per i suoi vini bianchi. Vanta una lunga storia enologica che ha portato questo borgo ad essere menzionato su riviste di settore e presente in programmi TV. Vale la pena prendersi tutto il tempo per visitare qualche cantina. Ad esempio Cantina del Castello, (Vic.to Corte Pittora, 5 – Soave) nel cuore dell’antico borgo medievale, ai piedi del castello scaligero. Storica cantina, un connubio perfetto tra tradizione e innovazione, dove ci si può soffermare per una degustazione, ma anche organizzare veri propri eventi, cene e ricevimenti. All’interno del sito internet è possibile scoprire e prenotare gli eventi proposti dalla cantina, le degustazioni e fare acquisti online.

Cantina del Castello, Soave-interno
interno Cantina del Castello a Soave

Cosa vedere a Soave e dintorni

Come hanno apprezzato tutti coloro che lo hanno votato come Borgo dei borghi 2022 all’interno del contest di una trasmissione RAI Soave è storia, bellezza paesaggistica, sapori e gusti del territorio. Qui ho vissuto per un periodo la mia infanzia e ci ritorno spesso e volentieri perchè ho ricordi meravigliosi. Come avete visto da questa piccola guida è un borgo che si può visitare in un giorno ma se vi capita di trascorrere più tempo potete pensare di fare una delle tante passeggiate nelle colline che circondano Soave come il percorso dei 10 Capitelli oppure visitare alcuni dei tesori dell’est veronese (leggete qui per scoprire quali sono).

Manifestazioni tradizionali nei dintorni di Soave

Se decidete di visitare Soave in primavera vi ricordo che a metà maggio nella frazione di Campiano si tiene la tradizionale festa degli Iris che vale la pena di conoscere. Oppure inserire la visita a Soave in gennaio quando a Costeggiola potete assaggiare Rufioi, dolci tipici.